Il Giornale d’Italia – Roma come New Orleans

Rassegna stampa anni '70

Articolo (di Domenico Pertica) dal titolo “Roma come New Orleans” apparso sul quotidiano “Il Giornale d’Italia” (29 novembre 1975)

Nell’articolo sono presenti le testimonianze di Pepito Pignatelli, proprietario del Music Inn jazz club di Roma, e di sua moglie Picchi e di alcuni giovani frequentatori e musicisti in “blue jeans”. Diversi di questi si ritrovano alla sera nella cave romana per assistere e, in certi casi, prendere parte alla frenetica attività concertistica.

L’articolo evidenzia il rinnovato interesse da parte del pubblico giovanile del periodo verso generi ormai considerati superati rispetto al free jazz, come l’hard bop o il jazz tradizionale. In tale presa di coscienza di un passato troppo presto messo nell’ombra, gioca un ruolo determinante la nascita della Scuola Popolare di Musica di Testaccio per iniziativa di un gruppo di giovani artisti, tra i quali, il contrabbassista Bruno Tommaso.

Contribuisce, inoltre, a questo avvicinamento dei giovani verso correnti jazzistiche tipiche degli anni Quaranta e Cinquanta, il programma concertistico promosso dal Music Inn, nel quale vanno in scena infuocate jam session di numerosi protagonisti del jazz internazionale affiancati da giovani o attempati musicisti italiani: Charles Mingus, Gato Barbieri, Franco Cerri, Nunzio Rotondo, Archie Sheep, Ornette Coleman, Enrico Pieranunzi, Maurizio Giammarco, McCoy Tyner, Elvin Jones, Johnny Griffin e Dexter Gordon.

Contributo condiviso da Enrico Pieranunzi

Contributi Recenti

Stay in Tune

Scarica Jazz Up
L’app dedicata alla musica jazz a cura del Dipartimento di Jazz Saint Louis, è ora disponibile sugli store digitali!


Scopri gli eventi e rimani sempre aggiornato sulle ultime novità del dipartimento Jazz del Saint Louis!
Playings is not game

get on google play

App Store icon


ARCHIVIO DEL JAZZ CITTÁ DI ROMA
powered by Saint Louis College of Musicwww.saintlouis.eu