Saint Louis – Roberto Gatto

Archivio Fotografico anni '70

Foto di Livio Anticoli “Master Photo” del batterista Roberto Gatto al Saint Louis Jazz Club di Roma.

Ispirato dal rock progressive, Jimi Hendrix  – visto in concerto al Teatro Brancaccio di Roma insieme allo zio musicista che lo inizia alla batteria – dalle orchestre di Duke Ellington e Count Basie e in particolare modo dall’album “Love Supreme” di John Coltrane, Roberto Gatto inizia a suonare in casa dei genitori col pianista Danilo Rea. Con lui e il contrabbassista Enzo Pietropaoli forma il Trio di Roma col quale si esibisce al Music Inn di Pepito Pignatelli accompagnando grandi nomi del jazz internazionale di passaggio a Roma. Incide il disco “From Always to Now” col quartetto di Enrico Pieranunzi formato da Bruno Tommaso e Maurizio Giammarco. Sviluppa negli anni una solida tecnica alla batteria che si pone tra dinamicità, potenza ed eleganza incidendo, dopo aver partecipato al progetto “Lingomania” di Maurizio Giammarco, dischi solisti come Notes (1986) e “Ask” (1987) rispettivamente con Michael Brecker e John Scofield, per poi dare vita al quintetto con Javier Girotto, Gianluca Petrella, Dado Moroni e Rosario Bonaccorso licenziando il disco “Deep”.

Contributo estratto dal libro “Jazz Moment” a cura di Adriano Mazzoletti, Marco Molendini e Stefano Mastruzzi.

Saint Louis - Roberto Gatto

Contributi Recenti

Stay in Tune

Scarica Jazz Up
L’app dedicata alla musica jazz a cura del Dipartimento di Jazz Saint Louis, è ora disponibile sugli store digitali!


Scopri gli eventi e rimani sempre aggiornato sulle ultime novità del dipartimento Jazz del Saint Louis!
Playings is not game

get on google play

App Store icon


ARCHIVIO DEL JAZZ CITTÁ DI ROMA
powered by Saint Louis College of Musicwww.saintlouis.eu

X