Location Lund a Jammin ’

Turnaround

Sarà una due giorni appassionante e imperdibile quella che il Saint Louis ha organizzato per gli studenti e il pubblico romano. Il geniale Lage Lund, uno dei più importanti e apprezzati chitarristi di jazz al mondo, sarà infatti protagonista di un doppio appuntamento. Il 22 settembre dalle 18 alle 20, nella sede di Via Urbana 49/a, vestirà i panni dell’insegnante in una masterclass; il giorno successivo, 23 settembre, alle 21, si esibirà in concerto alla Casa del Jazz, nell’ambito del cartellone di JAMMIN’; for the occasion will play con gli studenti del Biennio di Specializzazione del Dipartimento Jazz del Saint Louis: Xuzhi Chen, Antonio Ottaviano (sax), Emanuele Bono, Giuseppe Sacchi (pianoforte), Flavio Vegliante (basso), Lorenzo Lupi (batteria).

Nato a Bergen nel 1977, e cresciuto a Skien, Lage Lund ha lasciato la Norvegia nel 1997 per trasferirsi a Boston, dopo aver conseguito una borsa di studio alla Berklee. Cinque anni dopo, nel 2002, si è spostato a New York; nella Grande Mela, oltre a irrobustire il suo carnet di eccellenti collaborazioni, è stato il primo chitarrista elettrico ad essere ammesso alla prestigiosissima Juilliard School of Music. Nel breve volgere di tre anni Lund non solo ha creato le sue prime formazioni stabili (eccellente quella con il formidabile sassofonista Jaleel Shaw), ma ha avuto la possibilità di raffinare il suo linguaggio, in perfetto equilibrio fra modernità e tradizione, e il suo suono, così ricco, pieno di sfumature e immediatamente riconoscibile. La combinazione dei due elementi gli ha fruttato, nel 2005, la vittoria alla Thelonious Monk Guitar Competition (sul podio Miles Okazaki e David Mooney), il premio che incorona musicisti under 30 che non hanno ancora inciso dischi a proprio nome. La giuria era composta da Earl Klugh, Russell Malone, John Pizzarelli, Pat Martino e Bill Frisell.

La vittoria ha definitivamente fatto decollare la carriera di Lund, il quale da allora ha inaugurato una serie di registrazioni, sia come sideman che da leader, di impressionante qualità, prediligendo il trio chitarra-basso-batteria, senza però disdegnare il quartetto con l’aggiunta di uno strumento a fiato o del pianoforte. Il suo ultimo lavoro discografico, Terrible Animals (2019), pubblicato come gli altri dalla Criss Cross, contiene solo sue composizioni ed è stato accolto con estremo favore da critica e pubblico, essendo – forse – l’inizio di un nuovo corso stilistico, più ambizioso, visionario, aperto a sperimentazioni più ardite, grazie anche ai musicisti che compongono il suo nuovo quartetto: Sullivan Fortner (piano), Larry Grenadier (contrabbasso) e Tishawn Sorey (batteria).

Indicated by Pat Metheny come il suo chitarrista preferito, e da Kurt Rosenwinkel come il più interessante tra i giovani chitarristi in circolazione, Lage Lund è un musicista in costante e continua evoluzione, un maestro nel trattamento degli standards e un innovatore coraggioso e spericolato.

Articoli Recenti

Stay in Tune

Saint Louis Newsletter
To be always informed about upcoming events, master classes, concerts and discographic news of Saint Louis!
Download Jazz Up
The app dedicated to jazz music, borne by the Jazz Department of Saint Louis, is now available on digital stores!
Download the Saint Louis App
Scarica l’applicazione Saint Louis per ricevere notifiche e aggiornamenti!

Stay in tune!

Saint Louis Newsletter
To be always informed about upcoming events, master classes, concerts and discographic news of Saint Louis!
Download Jazz Up
The app dedicated to jazz music, borne by the Jazz Department of Saint Louis, is now available on digital stores!
Download the Saint Louis App
Download the Saint Louis App, the music school in Rome, to be always notified and updated!

Press Review


SAINT LOUIS CAMPUS – Il blog Saint Louis di didattica e attualità
powered by Saint Louis College of Musicwww.saintlouis.eu

X