SCENE DI UN INFERNO DEL XXI SECOLO – FRESU DEDICA UNA “BALLATA” A DANTE

Paolo FresuIl progetto «Scene di un Inferno nel XXI secolo» della Direzione dell’Accademia Nazionale di Danza si è distinto tra le centinaia di proposte pervenute al Comitato Nazionale per le celebrazioni dei settecento anni dalla morte di Dante Alighieri, come iniziativa in grado di essere «veicolo» di diffusione della conoscenza e dell’eredità del Sommo Poeta.
Su Roma, le collaborazioni con i Municipi permettono di organizzare le azioni performative in luoghi di sensibile importanza. Il primo percorso è una camminata esperienziale che parte dal Ponte Nomentano, attraversa la Riserva Naturale Parco dell’Aniene e arriva fino a Villa Farinacci, dove i visitatori troveranno l’artista Luigi Battisti all’opera con una serie di performer dell’Accademia Nazionale di Danza e del Saint Louis College of Music in un loop di pratiche in cui la musica di Paolo Fresu in chiave jazz e la danza si fondono.
È previsto l’ascolto, in cuffia, dello stesso brano arrangiato da Luca Spagnoletti e la lettura del I Canto dell’Inferno a cura degli anziani dell’Associazione Televita: il viaggio parte in digitale il 27 e 28 marzo sui canali ufficiali dell’Accademia (Facebook e Youtube), per proseguire live il 9 aprile.
Corpo e paesaggio tornano, il 16 aprile, negli spazi esterni del Centro Provinciale per l’Istruzione degli Adulti Roma 1 di via Cortina: una ritmica Rap della «Ballata» di Fresu si combina con le riflessioni delle detenute di Rebibbia sul Canto di Sisifo.
Dal penitenziario si giunge, il pomeriggio dello stesso giorno, al Cimitero Monumentale del Verano con 4 tableaux vivants dell’artista-scenografo Marco Schaufelberger. Dal 22 al 24 aprile c’è un «viaggio» in soggettiva legato alla pandemia degli studenti della Rome University of Fine Arts nei luoghi del Policlinico Umberto I per una messa in onda nella Città Universitaria de «La Sapienza». Il Convegno Internazionale «Dante Performatico. Letture in diffrazione tra letteratura e performingarts» (24 e 25 maggio), nella Biblioteca dell’Accademia Nazionale di Danza, intende mettere in connessione studiosi italiani e stranieri.
La Biblioteca Elsa Morante ospita, il 29 maggio, una loop-station a cura del Saint Louis College of Music con le voci delle donne del IX Municipio. Il 13 e il 20 giugno, la tappa romana si conclude presso le Cascate del laghetto dell’EUR, in cui l’orchestra del Conservatorio di Santa Cecilia propone l’arrangiamento in chiave classica della «Ballata» di Fresu.

Tiberia De Matteis
Infostampa S.r.l.s.

X